Claudia Bellini Concepts - Esposizioni / Eventi



Home
2006-2013 – FORUM RISK MANAGEMENT IN SANITA’ – AREZZO

Realizzazione del concept, degli spazi espositivi e del percorso mostra del Forum Risk Management in Sanità ad Arezzo. L’evento che si svolge con cadenza annuale presso la struttura Arezzo Fiere e Congressi, è di portata nazionale ed è organizzato dall’Istituto Superiore di Sanità e Gutenberg-Sicurezza in Sanità, promosso dal Ministero della Salute e Fondazione per la Sicurezza in Sanità.

Il Forum Risk Management in Sanità di Arezzo è nato nel 2006 ed aveva una superficie espostiva di mq 6.000, che nel 2009 è cresciuta sino mq. 13.000, dato il crescente numero di partecipanti.

Nato nel 2006 come momento fieristico e congressuale, dal carattere innovativo, nel panorama della sanità, si distingue per le tematiche affrontate e per l’integrazione tra i diversi stakeholders che prendono parte alle sessioni congressuali. Il padiglione Arezzo Fiere e Congressi, ospita uno spazio espositivo e uno dedicato a convegni e workshop. Ogni anno viene scelto un tema rilevante, che da il carattere all’evento stesso e ne stimola la creazione di una nuova immagine dal punto di vista organizzativo, allestitivo e architettonico.

2006-2013 – FORUM RISK MANAGEMENT IN SANITA’ – AREZZO
2006-2013 – FORUM RISK MANAGEMENT IN SANITA’ – AREZZO
2006-2013 – FORUM RISK MANAGEMENT IN SANITA’ – AREZZO
2006-2013 – FORUM RISK MANAGEMENT IN SANITA’ – AREZZO
2006-2013 – FORUM RISK MANAGEMENT IN SANITA’ – AREZZO
2006-2013 – FORUM RISK MANAGEMENT IN SANITA’ – AREZZO
2006-2013 – FORUM RISK MANAGEMENT IN SANITA’ – AREZZO
2006-2013 – FORUM RISK MANAGEMENT IN SANITA’ – AREZZO
2006-2013 – FORUM RISK MANAGEMENT IN SANITA’ – AREZZO
2006-2013 – FORUM RISK MANAGEMENT IN SANITA’ – AREZZO
2006-2013 – FORUM RISK MANAGEMENT IN SANITA’ – AREZZO
2006-2013 – FORUM RISK MANAGEMENT IN SANITA’ – AREZZO
2006-2013 – FORUM RISK MANAGEMENT IN SANITA’ – AREZZO
2006-2013 – FORUM RISK MANAGEMENT IN SANITA’ – AREZZO
2004 – VARENNE IN TOUR – MILANO, TREVISO, AVERSA, MONTECATINI, ROMA E VERONA

Ideazione e realizzazione degli allestimenti, su commissione di SNAI, del tour celebrativo del cavallo Varenne negli ippodromi del trotto di Milano, Treviso, Aversa, Montecatini e Roma.

Dopo due anni di ‘ritiro dalle scene’, il vincitore assoluto di ogni gara ippica del tempo, il cavallo Varenne, viene riconsegnato all’affetto dei propri fan. Affinché la sua presenza fosse giustamente valorizzata, la leggenda dell’ippica italiana viene presentata in una cornice adeguata: quella di un vero e proprio Re. La sfilata del cavallo, bardato d’oro, avviene su di una guida rossa, davanti al suo pubblico e accompagnata da suo inno (eseguito da Enzo Iannacci) e dalle immagini della sua carriera (su maxi schermo). Le sua gesta sono accompagnate da uno speaker. Gli ippodromi sono ‘vestiti a festa’ per l’occasione con i colori e le immagini dello stesso Varenne. La kermesse è completata da un particolare allestimento, per la mostra fotografica di Stefano Grasso.

La manifestazione prende avvio il 12 settembre 2004 e vede Varenne sfilare per i più importanti ippodromi italiani. Gli allestimenti e l’organizzazione dell’evento stesso sono stati personalizzati per ciascun ippodromo.

2004 – VARENNE IN TOUR – MILANO, TREVISO, AVERSA, MONTECATINI, ROMA E VERONA
2004 – VARENNE IN TOUR – MILANO, TREVISO, AVERSA, MONTECATINI, ROMA E VERONA
2004 – VARENNE IN TOUR – MILANO, TREVISO, AVERSA, MONTECATINI, ROMA E VERONA
2004 – VARENNE IN TOUR – MILANO, TREVISO, AVERSA, MONTECATINI, ROMA E VERONA
2004 – VARENNE IN TOUR – MILANO, TREVISO, AVERSA, MONTECATINI, ROMA E VERONA
2004 – VARENNE IN TOUR – MILANO, TREVISO, AVERSA, MONTECATINI, ROMA E VERONA
SPAZIO SCIENZA SOGNO Ideazione e sviluppo del progetto 1997/99 In collaborazione con la NASA e Smithsonian Institution

Progetto di un evento didattico educativo in collaborazione con NASA e la SMITHSONIAN INSTITUTION (Washington DC). Il sogno dello spazio, che per secoli ha rappresentato una dimensione di sogno e di mistero per l’uomo, diventa avventura nella modernità. L’obiettivo della mostra è quello di far vivere e conoscere la scoperta dello spazio da parte dell’uomo. Lo scopo è quello di avvicinare il pubblico alla conoscenza di tale avventura, mediante contenuti di tipo artistico, scientifico e didattico sviluppati con un linguaggio semplice e divulgativo.

La conquista dello spazio, oltre a mobilitare grandi risorse scientifiche e tecnologiche, ha ispirato numerosi artisti a rielaborare e interpretare in chiave creativa tale avventura. L’opera d’arte ferma il momento storico.

L’ambientazione della mostra, mette al centro la casa come spazio a misura d’uomo. Nel percorso, la casa diventa l’immagine stessa dell’universo; il nostro luogo più intimo, il nostro quotidiano. Il percorso si snoda, quindi, attraverso i singoli ambienti di una casa ideale (cucina, soggiorno, bagno, camera da letto, camera dei bambini). Il visitatore compie un viaggio che lo porta a conoscere e riconoscere i frutti artistici, scientifici e tecnologici generati dal rapporto che ha legato l’uomo allo spazio dalle origini della vita ad oggi.

1997/98 SPAZIO SCIENZA SOGNO
1997/99 SPAZIO SCIENZA SOGNO
1996 - PIAGGIO "Disegnando VESPA" - ROMA

Ideazione e realizzazione di un allestimento, su commissione della Società Piaggio, di una mostra celebrativa per il 50° anniversario della Vespa, tenutasi al Roof Garden del Palazzo delle Esposizioni a Roma nel luglio-agosto del 1996.

I primi modelli della Vespa, progettati da Corradino D'Ascanio, fuori escono dai fori di un cratere lunare posto al centro dello spazio espositivo. Alle pareti, tutto intorno, vi sono 14 pannelli di mt. 2.00 di diametro con esposti altrettanti manifesti pubblicitari, che celebrano il 50° anniversario di un mito italiano.

Si tratta di una autentica carrellata nella storia del costume e della società italiana del dopoguerra. La mostra è completata da una accurata selezione di fotografie. Uno sguardo inedito sulla Vespa, che esclude i celebri divi del cinema e gli scatti più conosciuti, per offrire al visitatore una immagine diversa dal solito: dalla Vespa alle Olimpiadi romane del 1960, al poliziotto che attraversa il traffico a Singapore. Infine, due gigantografie: un interno della celebre fabbrica di Pontedera e una indimenticabile Tina Pica, eccezionale testimonial della campagna Vespizzatevi

1996 - PIAGGIO   Disegnando VESPA - ROMA
1996 - PIAGGIO 'Disegnando VESPA' - ROMA
1996 - PIAGGIO   Disegnando VESPA - ROMA
1996 - PIAGGIO 'Disegnando VESPA' - ROMA
1996 - PIAGGIO   Disegnando VESPA - ROMA
1996 - PIAGGIO 'Disegnando VESPA' - ROMA
1996 - PIAGGIO   Disegnando VESPA - ROMA
1996 - PIAGGIO 'Disegnando VESPA' - ROMA
1996 - PIAGGIO   Disegnando VESPA - ROMA
1996 - PIAGGIO 'Disegnando VESPA' - ROMA
1996 - PIAGGIO   Disegnando VESPA - ROMA
1996 - PIAGGIO 'Disegnando VESPA' - ROMA
1994 – A CAVALLO DI USA ’94 – ROMA

Ideazione e realizzazione di un villaggio all’interno dell’Ippodromo Tor di Valle a Roma, in collaborazione con l’architetto Piero Angelo Orecchioni, volto a creare una sinergia fra due eventi sportivi di grande interesse: i Campionati del mondo di Calcio USA ’94 e la Stagione Estiva di Trotto. Lo scopo è quello di ampliare la preesistente area di mercato dell’Ippodromo stesso da 60.000 contatti a 100.000 per il periodo 17 giugno – 17 luglio 1994.

Allestimento di un Villaggio Ospitalità di elevato standard qualitativo, sotto il profilo strutturale, attraverso il prestigio degli sponsor istitutori della manifestazione, fra cui SNAI, RAI, MARTINI e U.N.I.R.E.. Il Villaggio sorge a ridosso della pista dell’Ippodromo, in un’area di circa 3.000 mq, naturale collegamento tra la pista e le tribune. La cornice è costituita da una platea di 350 posti a sedere, destinati al pubblico interessato alla diretta televisiva su maxi schermo, per gli incontri di calcio USA ’94, riproducendo l’effetto “stadio”.

Ai lati della platea 10 stands in struttura pre-formata, con una parte coperta di 32 mq e una veranda di 24 mq. Nell’area del Villaggio sorge un Centro Servizi con Ristorante, Bar, Salotto, Meeting Point Martini, un’area attrezzata per bambini ed una per concerti.

A CAVALLO DI USA '94
1994 – A CAVALLO DI USA ’94 – ROMA
A CAVALLO DI USA '94
1994 – A CAVALLO DI USA ’94 – ROMA
A CAVALLO DI USA '94
1994 – A CAVALLO DI USA ’94 – ROMA
A CAVALLO DI USA '94
1994 – A CAVALLO DI USA ’94 – ROMA
988 – LAMPADA DINOTTE
1994 – A CAVALLO DI USA ’94 – ROMA
A CAVALLO DI USA ’94
1994 – A CAVALLO DI USA ’94 – ROMA
A CAVALLO DI USA ’94
1994 – A CAVALLO DI USA ’94 – ROMA
1996 – GALLERIA D'ARTE NICCOLI - SCARPERENTOLA



La mostra Scarperentola, esibizione artistica della Galleria Niccoli di Parma, si è tenuta a Hong Kong, Parma, New York, Londra e Singapore. Duecento calzature d’arte, realizzate da artisti come Christo, Schifano, Jean Paul Gautier e Romeo Gigli.



1992 – GALLERIA D'ARTE NICCOLI - SCARPERENTOLA
1996 – GALLERIA D'ARTE NICCOLI - SCARPERENTOLA
1996 – GALLERIA D'ARTE NICCOLI - SCARPERENTOLA
1996 – GALLERIA D'ARTE NICCOLI - SCARPERENTOLA
1986 – ITALIAN MARBLE FASHION – SINGAPORE

Ideatrice, progettista e coordinatrice per la manifestazione sul design italiano del marmo Italian Marble Fashion nell’ambito della rassegna Oh Italia! The Best of Italy, realizzata a Singapore su commissione di C. K. Tang, proprietario dello shopping mall Tang’s.

Nell’ambito della mostra sono esposti oggetti, opere d’arte e complementi di arredo realizzati da architetti come Aldo Rossi, Paolo Portoghesi, Adolfo Natalini, Michele De Lucchi ed Ettore Sottsass.

La mostra si è tenuta dal luglio al settembre del 1986. La manifestazione portava all’attenzione dei visitatori un nuovo utilizzo del marmo come materiale. Attraverso la creatività e l’ingegno, il marmo era presentato nel suo utilizzo per la creazione di oggetti di design e opere d’arte, che aprono ad una nuova visione all’interno dell’arredo della casa.

1986 – ITALIAN MARBLE FASHION
1986 – ITALIAN MARBLE FASHION – SINGAPORE